“Yoga in gravidanza: preparazione alla nascita” è un cammino attivo. Sarebbe riduttivo chiamarlo corso, va totalmente al di là. Non aspettatevi nulla di fisso, nessuna scaletta di argomenti trattati; ovviamente esistono linee giuda, ma poichè esso rispecchia appieno il moto di cambiamento continuo che avviene nella gestante, è ugualmente istintivo ed ogni attività svolta e argomento trattato nel “Cerchio delle mamme” nasce da un bisogno del gruppo, da richieste e da spunti che Eugenia e Clelia portano all’interno del Cerchio.
Qui parliamo di preparazione alla nascita per la diade mamma-bimbo, certamente con intento pratico, ma anche (e mi preme sottolinearlo) profondamente interiore ed empatico; è un percorso che attraverso la condivisione e il confronto con le altre mamme e le altre pance, riesce a tirar fuori da te  un angolo di consapevolezza e di grande forza attiva, necessarie ad affrontare in maniera positiva e propositiva tutto quello che verrà.
Per me ogni martedì mattina (il giorno degli incontri settimanali) è stato irrinunciabile, un momento tutto mio e per il mio bimbo in arrivo; qualcosa di assolutamente unico e non paragonabile ad altri  corsi preparto  nei quali si affronta tutta la parte pratica del travaglio e del parto ma che sono carenti di riscontri emotivi.
Cercavo esattamente un ambiente che mi potesse emozionare ed aiutare a conettermi con il cambiamento che sentivo avvenire dentro e fuori di me; così è stato. E molto di più, poichè mi sono ritrovata a contatto con altre donne nella mia stessa situazione, l’una specchio dell’altra, nelle speranze e nelle paure, quindi un ringraziamento sincero va a tutte le mamme del Cerchio con cui siamo riuscite a creare una rete di condivisione emotiva rispetto a tutto quello che ci accade, e ovviamente a Eugenia e Clelia, due stelle del Nord, due guide attraverso le profondità ctonie del regno del femminile.